PULSAR - COSMO fotografia dipinta con la luce in unico scatto stampata su carta fineart cm 70x100 Alessandro Donaggio
Pulsar – Cosmo | fotografia dipinta con la luce in unico scatto stampata su carta fineart | cm 70×100 

Alessandro Donaggio nasce nel 1976 a Chioggia (Venezia).  All’età di 18 anni si trasferisce a Milano e qui si laurea in comunicazione presso l’Università IULM.  Vive per cinque anni nel capoluogo lombardo ed entra in contatto con gli stimoli visivi della grande città.

E’  inoltre attratto da culture e paesi lontani che lo portano a viaggiare in Europa,  America,  Africa e Australia.  Ogni viaggio è un’ esperienza unica che lascia un segno indelebile.

Inizia a formarsi il desiderio di approfondire e lavorare con le immagini. Sperimenta alcune tecniche di pittura tradizionale, ma le abbandona per abbracciare la grafica e in seguito la fotografia. Affianca la passione fotografica ad altre attività,  lavorando in progetti di comunicazione nel settore del web e della stampa. Incontra la sua futura moglie Stefania, e assieme uniscono interessi e competenze intraprendendo la professione di fotografi. Aprono uno studio fotografico nella città di Padova.  Alessandro ottiene la certificazione di qualità professionale IPP Italian Professional Photographer e riconoscimenti internazionali nell’ambito del ritratto fotografico.

Affianca la fotografia tradizionale a quella di ricerca che gli consente realizzare opere nell’ambito dell’interior design e del fine art photography. Ha come committenti sia aziende sia privati.

“Sentire, sognare, ideare, sperimentare, creare significa per me essere, vivere e assaporare ciò che mi circonda”


Singole conchiglie sono fotografate registrandone i particolari più minimi. Un’indagine volta a comprendere la logica di ciascuna forma cattura lo sguardo in fragili curve e solidi rilievi.

“La conchiglia come lascito di un’esistenza” dichiara Donaggio. Il nitore del carbonato di calcio e della madreperla apre a uno scenario della rappresentazione e della mente che accoglie il reale sino a oltrepassarlo per portarlo altrove. Una sospesa interruzione del flusso temporale è data dalla fissità dell’oggetto che, avvolto nell’allargarsi del campo visivo, è bloccato come un fossile incastonato nella roccia così, come la luna nel cielo.

Le fotografie di Alessandro Donaggio si collocano a metà strada tra un minimalismo di rara dolcezza poetica e il rigore disincantato dell’arte concettuale, come nella ripetizione di un frattale, lo specifico dettaglio rimanda direttamente a una visione più ampia di spazi dilatati non meno astratta del dettaglio stesso. Visione umana che non chiede aiuto alla parola, impressionata nella fisicità dell’elemento naturale attraverso un percorso di neutralizzazione o forse di sublimazione del desiderio vitale.

Il rimando a immagini extra-terrestri inviateci dallo spazio è immediato. Gli oggetti rappresentati costituiscono eventi figurativi il cui equilibrio non sembra legato a leggi fisiche terrene, ma piuttosto a una strategia genetica la cui logica accomuna e unisce tutti gli esseri viventi. Un riferimento alla bellezza immateriale più che all’oggetto rappresentato.

Nell’attimo dello scatto, Donaggio passa da ciò che è tangibile a ciò che è spirituale, offrendoci una redenzione implicita, quasi a sottolineare che esiste una relazione tra le cose, indipendentemente dalla loro natura e dalla nostra conoscenza.

Tobia Donà, 2015.


Sito web: www.donaggio.it


COSMO”

Descrizione: Osservando delle sculture naturali mi sono perso in mondi immaginari creati da esseri primordiali che intersecano la loro vita con la nostra secondo fenomeni casuali o forse secondo un ordine preciso. Luce ed ombra delimitano lo spazio di emozioni e ricordi che danzano nel tempo e caratterizzano la conchiglia come lascito di un’esistenza, che se osservata da vicino, sprigiona la sua energia e il suo essere.

Tipologia: foto fine art

Numero soggetti: 30 immagini diverse

Dimensioni: variabile

Supporto: carta fine art Hahnemühle

Edizione: limitata a 10 esemplari per ogni soggetto + una prova d’autore

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 1 =