Francesca Riggi nasce a Calamonaci (Agrigento). Oggi vive a Palermo, dove lavora come docente di lingua inglese. Laureata in Lingue e Letterature straniere, è perito esperta traduttrice ed interprete di lingua inglese e coltiva una profonda passione per la fotografia e i viaggi. Autodidatta approfondisce la sua formazione frequentando corsi tecnici a Milano negli anni ’90.

PERIODI:

  • “Attraverso il mare ………. sensazioni” Mostra fotografica personale a Palermo presso l’Associazione culturale “Frida Kalo” (2009)
  • “Sapore di gente” libro fotografico pubblicato nel 2011. Navarra Editore
  • “Sapore di gente” mostra fotografica personale presso cafè –libreria “Garibaldi a Palermo (2012)
  • “Creativa”, mostra collettiva presso” Castello di Maredolce” a Palermo, (settembre 2012)
  • “Giornata internazionale contro la violenza sulle donne” con una mostra personale (24 novembre 2012).
  • “Sapore di gente” mostra fotografica personale presso l’Archivio storico comunale di Palermo (dicembre 2012 – gennaio 2013).
  • “Palermo con amore” collettiva dei fotografi Arvis (associazione per le arti visive in Sicilia) presso la “Fonderia reale“ con il patrocinio del comune di Palermo (marzo-aprile 2013).
  • “Donne dal mondo” collettiva presso “Villa Niscemi” di Palermo (dal 29 marzo al 4 aprile 2013)
  • Collaborazione fotografica con la rivista “Mezzo cielo” (aprile 2013).
  • Pubblicazione di nota critico – biografica sul Catalogo d’Arte Moderna Mondadori n°49 (novembre 2013).
  • Partecipazione alla rassegna culturale “Riflessi D’Arte: le vie dell’Anima” a Bagheria (PA) (18/19 gennaio 2014).
  • Partecipazione al concorso fotografico internazionale sui diritti umani con il patrocinio del Senato della Repubblica e Acaf di Catania con il risultato di 3^ classificata (aprile 2014).
  • “Donne” mostra fotografica personale presso il Museo Civico di Caltabellotta (AG) (luglio/settembre 2014).
  • Esposizione fotografica presso Galleria Bonan Studio D’Arte Due dal 24 ottobre al 3 novembre 2014 (Venezia).
  • Mostra fotografica presso il Pub Public dal 19 dicembre al 6 gennaio 2015 Bagheria (PA).
  • Esposizione fotografica presso Studio D’Arte 2 dal 28 dicembre al 3 gennaio 2015 Bassano del Grappa (VI).
  • Pubblicazione su “Collezione Arte Contemporanea Expo 2015”
  • Partecipazione alla mostra collettiva “Sguardi d’Autore”presso Villa Borromeo-Arcore, Monza Brianza, dal 4 al 27 settembre 2015.
  • “La via dei tesori” 2015. Programma Zyz di fotografia contemporanea. Partecipazione con un video fotografico” NO MORE WALL” (foto di Francesca Riggi, video realizzato dall’Arvis di Palermo) sui migranti fotografati a Lampedusa, Calais, Palermo (maggio-settembre 2015). Proiezione presso l’Archivio di stato di Palermo – 24 ottobre 2015.
  • Proiezione reportage fotografico “NO MORE WALL” presso “La Casa dei Popoli”, Missione Speranza e Carità Di Biagio Conte. Palermo dicembre 2015.
  • Presentazione libro fotografico “Sapore di gente” presso il circoletto Ribera (AG), dicembre 2015.
  • Proiezione “No more wall” presso Sala Ragusa, Comune di Ribera, gennaio 2015.
  • Partecipazione alla mostra collettiva “L’Evoluzione dell’Arte nel Mondo Moderno” presso galleria Le Porte a cura dell’associazione Napoli Nostra. Napoli marzo 2016.
  • Partecipazione alla mostra collettiva ”Nell’Anno Santo del Giubileo” presso galleria D’Arte Moderna La Pigna a cura dell’Associazione Napoli Nostra. Roma aprile 2016.
  • Partecipazione della fotografa  alla collettiva Urban settembre 2016 presso Castro Bisztro’ Budapest (Hungary).
  • Proiezione del fotoreportage No More Wall sui Migranti a Lampedusa, Calais, Palermo. Progetto The viral cross culture. Presso Oratorio salesiano Santa Chiara, Palermo 18 novembre 2016.
  • Partecipazione alla collettiva FOTOGRAFARE IL CORPO presso Arvis. Palermo novembre 2016.
  • Partecipazione alla Giornata mondiale del Rifugiato con il video reportage “No more wall”. Licata -giugno 2017
  • Partecipazione al Dedalo Festival con la mostra fotografica “Strati strati… attraverso alcune città d’Europa”. Burgio (AG) 4-5-6 agosto 2017.
  • Partecipazione a Welcome San Michele con “Strati strati… attraverso alcune città d’Europa”. Sciacca (AG) agosto 2017.
  • Proiezione del fotoreportage No More Wall sui Migranti a Lampedusa, Calais, Palermo (Migrant’s project realizzato nel 2015) presso la Casa della Cooperazione. Palermo, novembre 2017.

SOGGETTI:

Spazia dal figurativo al concettuale, ma si considera soprattutto una “fotografa di strada” ed è particolarmente attenta a ciò che rimane spesso occultato, non la straordinarietà dell’accadimento eclatante, ma la grandezza e la bellezza della gente colta nello sguardo della fotografa che si posa all’istante e silenziosamente su di essa, cogliendo e suggendo le emozioni di quell’attimo di vita in cui si è imbattuta.

 

TECNICHE:

Fotografia analogica e fotografia digitale a colori e in bianco e nero.


 

NO MORE WALL è un progetto fotografico sui Migranti che Francesca Riggi ha realizzato nel 2015 in luoghi di transito (Lampedusa, Calais, Palermo). Il Progetto ha visto la realizzazione di un video reportage fotografico per raccontare il flusso migratorio che, purtroppo, è diventato argomento di cronaca di tutti i giorni, ed una mostra fotografica per raccontare non una massa di individui anonimi, ma i destini e gli sguardi delle tante vite dei migranti assiepati nei centri di accoglienza o in aree di confine nella speranza di guadagnare l’ambita terra di destinazione. Nel video troviamo una sequenza di 140 scatti ripresi a Lampedusa a Palermo e a Calais. Persone con una loro dignità di essere umani che spesso affrontano il rischio di una traversata in mare per sfuggire alle persecuzioni ed al rischio certo di morte. Lo slogan della foto, scattata sul passo di Calais, dà il titolo “No More Wall” alla sequenza di scatti  al termine del quale è stato collocato nel video il significativo slogan: “Proteggere le persone e non i confini”. Proprio con questa frase, scritta su un muro, gli abitanti di Lampedusa accolgono, da anni, i Migranti al molo Favaloro. “No more wall” gridano i Migranti durante una manifestazione a Calais e ancora “Nous voulons vivre”. Lingue diverse, voci diverse, da nord a sud dell’Europa, che raccontano la stessa storia…. la Terra accoglie, la Terra dà vita, la Terra appartiene a tutti.

Francesca Riggi

 


 

Viviamo un momento drammatico e di cambiamenti, molto spesso tragici. Si tratta di trasformazioni lente che gettano un’ombra lunga e obliqua sulla nostra capacità di essere fratelli e sorelle, solidali l’un l’altro. In fondo, i nostri tempi ci stanno facendo dubitare anche della capacità di noi tutti di accogliere e avere uno sguardo di empatia, tenerezza e comprensione verso l’altro. Ecco, il lavoro fotografico di Francesca Riggi cerca di scardinare questa tendenza, presentando immagini di lotta e di resistenza. Di riconquista di una umanità che si sta perdendo lungo il cammino, in preda a divisioni e ostilità, vittima di politiche scellerate. Le foto di “No more Wall” parlano da sé. Sono senza fronzoli, forti e dirette, limpide e chiare come investite da una luce zenitale che illumina ogni cosa, dissipando le ombre ed i pensieri falsi, allontanando la malattia dell’indifferenza. Sono come una freccia puntata dritta al cuore che propone un pensiero alternativo rispetto alla narrazione dell’odio e del cinismo e che punta a risvegliare le coscienze.

Lara Nuvoli

 


CONTATTI:

www.francescariggi.it

francescariggi@hotmail.it

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

20 − 11 =