Carletti Franco - forza e amore

Forza e Amore – pittura – cm. 60×30 – anno 2017


Nato a Gaiole in Chianti (Siena) nel 1954, vive e lavora a Siena.

Laureato in giurisprudenza, collaboratore di un noto studio notarile da oltre venti anni, ha iniziato a dipingere da giovanissimo spinto dalla sua insegnante pittrice che lo ha seguito anche dopo gli studi.

Gli impegni professionali assorbono la maggior parte del suo tempo e solo da alcuni anni ha potuto dedicarsi con continuità alla pittura partecipando a numerose manifestazioni d’arte, mostre ed estemporanee raccogliendo riconoscimenti e premi.

Franco è giunto alla pittura attuale sulla traccia di un figurativo moderno che affonda le sue radici nella migliore tradizione coloristica.

La continua mutabilità delle tecniche hanno caratterizzato il suo percorso artistico in continua evoluzione affinando gusto e stile.

Visioni espresse con essenzialità, aspetti del paesaggio e della natura, figure femminili incentrati sul colore, opere piacevoli persuase da un sottile senso romantico con una impronta di singolare efficacia.

 


In tutte le opere di Franco Carletti traspare un velo di malinconia e solitudine. Un velo che l’artista riporta nella sua produzione visiva, caratterizzata da trasparenze e da un trascolorare dei piani e dei colori l’uno nell’altro. L’artista senese realizza in questo modo melodie di paesaggi, lavorando su ritmi e campi che si susseguono sfumati. Campiture sulle quali l’artista interviene con brani di colore che si stagliano, alzando il volume del racconto, oppure con inserti che conferiscono alle opere una tridimensionalità quasi materica, che opera un avvicinamento molto intenso nei confronti dell’osservatore. L’artista del resto si diletta ad indagare anche il concetto di monocromo, lasciando una sensazione di forte unità visiva che insinua anche una riflessione sulla natura astratta dei paesaggi. La possibilità di operare uno scarto verso l’astrazione sottrae ciò che l’artista ritrae dalla contingenza fisica e dalle caratterizzazioni immanenti, per scivolare verso paesaggi dell’anima, scenari della mente.

Dott.ssa Diana Cardaci

Critica ed economista dell’Arte


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − sette =