Zenere Lina

Onde: senza quiete – ceramica raku, smalto oro, rame, rosso – cm. 22×22 – anno 2017


Lina Zenere è Operatrice culturale e titolare dello Spazio Espositivo Studio Elle Arte Contemporanea di Borgo Scroffa, 97 Vicenza.

Lo Studio Elle è nato nel 19997, è una realtà dinamica nel campo dell’arte. Non è solo galleria ma un laboratorio di ricerca formativa. L’interesse è rivolto non solo agli artisti già affermati, ma soprattutto ai giovani emergenti che si esprimono con mezzi espressivi e tecniche diverse.

Diplomata all’Istituto d’Arte di Nove (Vi), sotto la guida dei Prof. Alessio Tasca, Pompeo Pianezzola, Cesare Sartori, ha proseguito il suo percorso artistico a Padova con Docenti dell’ Accademia di Venezia.Ha insegnato discipline artistiche per oltre trent’anni, esercitando tecniche di: pittura, scultura, mosaico, affresco, vetrate, scenografie.

MOSTRE più importanti: Personali a Vicenza: Studio Elle, Spazio Teatro Berga, Basilica Palladiana, Scaletta 62, Pozzoleone, Marostica, Sandrigo, Cavazzale. Personali a Venezia: Galleria Palazzi Castello Arsenale, Giudecca Arsenale, Spazio Marina Damiani S. Marco, Spazio S. Zaccaria Collettive: Scandinavia Art 2015, Expo Arte 2015, Art Germany 2016, Progetto Future Energy, Fabbrica Pensante Milano 2016, Arte Fiera Padova 2015, 2016, Antiquariato e arte Fiera Prdenone 2017, Arte donna Oggi con la Provincia di Vicenza 2017, Arte Fiera Vicenza 2017 Centro diffusione Arte New York. Alcune sue opere si trovano presso collezioni private e pubbliche  di: Vicenza, Padova, Venezia, Lucca, Asti, Torino, Roma, Napoli, Salisburgo, Parigi, Cortina, Asiago, Grisignano di Zocco, Cittadella, Carmignano di Brenta, Montecchio Maggiore,  Cividale del Friuli, Buia Udine, presso il comune di Vicenza e  di Marostica.

BREVE RECENSIONE CRITICA: La Prof.ssa Maria Novella Perina dice “Davanti alle opere dell’artista Lina Zenere, il mio pensiero, ogni volta, va a questo particolarissimo e affascinante ritratto di Leonardo, presentato-evocato dalla scrittrice Valentina Fortichiari, nel suo romanzo “Non ha mai quiete-Leonardo e l’acqua”. Perché, dell’acqua, mi pare che questa artista, prediliga, allo stesso modo, proprio quel suo andare senza fine : nelle sue opere sul tema, e anche non necessariamente su di esso, ogni moto ne genera un secondo, e poi un terzo e poi ancora; ogni riflesso manda/ riceve corrispondenza a/ da riflessi altri, dando avvio a un gioco di energie e luci, che potrebbe estendersi, perpetuarsi, senza alcun problema, anche al di fuori dei confini degli elementi prettamente  materiali.

Così, su piastrelle e ceramiche, sulle ”Impronte”-scaglie di mare, su gioielli-conchiglie, su monoliti e sassi  (dal cuore di sasso vero, cercato fra le pietre di fiumi noti a lei cari) corre-scorre, perfettamente a suo agio sempre, la tecnica Raku”.

PREMI: Secondo Premio Internazionale della Ceramica Città di Faenza, Titolo Accademico Città di Firenze S. Pietroburgo, Primo premio internazionale d’Arte Madrid, Premio internazionale d’Arte Città di Mantova, Gran Master dell’arte Italiana A. Mantegna Mantova.

Pubblicazioni: Mondadori Expo 2015 Milano, Mondadori, Parigi, Stoccarda, Copenaghen, Vienna, Nuova Venezia, Mondadori CAM 2016

Messaggero Veneto, il G.di Vicenza, Archivio MI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

sedici − 14 =