PALMERINI LUCIANA_Maddalena nelle stanze dell Arte_Fotografia digitale_CM 50X70_ anno 2016 BR

Maddalena nelle stanze dell’arte – fotografia digitale – cm. 50×70 – anno 2016


Luciana Palmerini vive a Siena, dove compie studi filosofici e psicologici, svolgendo la professione di psicoterapeuta.

Negli scatti di Luciana c’è l’intento di cogliere l’essenza, il non visibile del soggetto fotografato.

L’approccio introspettivo alla fotografia sancisce un legame imprescindibile con la vita in ogni sua forma e contenuto.

Realtà  e Immaginazione

Materiale e Spirituale

Ragione e Sentimento

Natura e Emozione

La ragnatela  rappresenta la complessa e affascinante forza vitale, la resilienza alle avversità, una innata capacità  creativa.

La visione fotografica si presta a storici aspetti interpretativi, dando vita ad una articolata prospettiva di lettura, ad un dualismo tra materiale e spirituale, tra mondo esterno e sentimenti interiori, alla ricerca di un equilibrio simbolico che generi armonia.

All’osservatore è data la possibilità  di interpretarla, come un mondo magico, incantato, simbolico, che può  essere vissuto come infinito filamento traslucido di gocce trasparenti che contengono sogni.

 


 

Luciana Palmerini fotografa con l’intento di porsi in stretta relazione con l’oggetto del suo sguardo. La scelta dei soggetti è infatti intima, riflessiva: si tratta di scorci all’interno di scenari di vita oppure di panorami dell’anima. Una riflessione fotografica di cui si percepisce la lenta calma del processo creativo, fatto di cura, attenzione, profonda empatia. Forse in questa prospettiva si riesce a cogliere una affinità tra l’attività di psicoterapeuta di Luciana Palmerini e le modalità con cui si approccia alla produzione artistica. Del resto questo stessa attitudine emerge nel modo in cui la fotografa dà voce alle sue opere. Le sue fotografie infatti sono come una confidenza fatta sotto voce, appena sussurrata, carica di dolcezza e magia. Una magia che proviene dalla capacità dell’artista di proporre dei brani della realtà sotto una lente che impreziosisce i dettagli e carica di valore simbolico anche una semplice ragnatela. Questa diventa infatti una sorta di velo misterioso che suggerisce uno sguardo fiabesco e poetico sul mondo, oltre che profondamente vitale.

Dott.ssa Diana Cardaci
Critica ed economista dell’Arte

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

19 − 10 =