L’esposizione “Amor che tutto move” è stata inaugurata sabato 16 Dicembre 2017 presso le sale espositive della Galleria Wikiarte di Bologna, e in occasione del vernissage ha visto la partecipazione della critica e storica dell’arte, la Dott.ssa Francesca Bogliolo e di moltissimi visitatori e artisti giunti da diverse città d’Italia e dall’estero, i quali hanno potuto ammirare sia un capolavoro della metà del 1900, una sanguigna del Maestro Pietro Annigoni, sia i lavori di circa 40 artisti contemporanei, italiani e stranieri. Tutte le opere d’arte esposte hanno mirato a focalizzare l’attenzione sui temi dell’amore e non solo, presentandosi l’evento, come un’occasione di un sereno confronto tra diversi rappresentanti del panorama artistico contemporaneo italiano, quindi anche un momento di arricchimento culturale, in cui sono emersi diversi talenti meritevoli di opportuno riconoscimento, per tecnica, composizione e impatto. Una mostra variegata, non solo per il numero degli artisti partecipanti, ma anche per la diversità di stili e di poetiche con cui il visitatore è portato a confrontarsi poiché il filo conduttore è proprio il diritto alla creatività, dando voce ad un’arte più a contatto col mondo reale, quello in cui vivono la maggior parte delle persone esistenti.

Artisti: Pietro ANNIGONI, Raiquen ARDUINI, Anna BALESTRIERI, Carlo BALLJANA, Claudio BARBUGLI, Imelda BASSANELLO, Roberto BATELLA, Fiorenzo BERTIN, Roberto BONETTI, Diane BONJOUR, Elena BORBONI, Caterina CALDORA, Franco CARLETTI, Margy CAVANNA, Angelo COLANGELO, Tammaro CRISTIANO, Federico DE ANGELIS, FANY, Giusy Cristina FERRANTE, Giacomo FRIGO, Ilaria GIOLLI, Ombretta GIOVAGNINI, Rosangela GIUSTI, Carlo GUIDETTI, Rossana JACCHEO, Marisa LELII, Sandra LEVAGGI, Tina LUPO, Matteo MAGI, Beata MAKOWSKA, Carlotta MANTOVANI, Walter MARIN, Pier Francesco MASTROBERTI, Pino NANIA, Silvano OTTAVIANI, Luciana PALMERINI, Paolo REMONDINI, Franca SACCHI, Rosalba SANTACROCE, Gioacchino SCHEMBRI, Josefina TEMIN, Gabriella TERESI, Mario TESTA, Lina ZENERE.


 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

13 − sette =